L'allenamento con i pesi come cura per la depressione - Forge Powerlifting

L’allenamento con i pesi come cura per la depressione

Indice dell'articolo

Indice dell'articolo

Sono molti gli studi più o meno recenti che vedono l’allenamento con i pesi come uno strumento addirittura terapeutico nei casi di depressione. 

La teoria per cui l’allenamento fisico incide sull’umore è ormai nota: aumenta il livello di energia, attiva pensieri positivi e migliora la circolazione.

La misurabilità dei pesi

Ma a questi risultati, ottenuti grazie a qualsiasi tipo di attività sportiva, si deve aggiungere una peculiarità legata al sollevamento pesi: la misurabilità.

L’individuo depresso, tra i tanti sintomi, evidenzia in modo marcato quello della scarsa opinione di sé: “non mi riesce”, “non ce la faccio”, “non ce la farò mai”, “non sono adatto” e via dicendo sono le frasi più frequenti che sentiremo da un depresso.

In questo caso l’attività sportiva generica risulta essere un palliativo, una sorta di miglioramento temporaneo che però non va a incidere sulla percezione che l’individuo ha di sé stesso. Al contrario la misurabilità nel sollevamento pesi permette all’individuo di osservare, misurare e quantificare i suoi miglioramenti. 

Ogni chilo in più sollevato è un risultato che contribuisce ad indebolire i sintomi depressivi di scarsa valutazione di sé. 

Miglioramenti che rimangono

Ogni chilo in più è un dato acquisito, è come un record personale stabilito, qualcosa che non si può cancellare e che influenza fortemente la psiche del sollevatore.

Una buona giocata a tennis, uno splendido colpo da tre punti nel basket o un bel goal sono emozioni forti ma temporanee, proprio perché non misurabili e soprattutto non permanenti. 

Inoltre, nelle giocate precedentemente citate influisce non poco la componente della casualità; è un attimo, non ripetibile. Un chilo in più rispetto al sollevamento precedente, incide invece in modo permanente sulla psiche di una persona che potrà dire per sempre di aver sollevato, anche se 10 anni fa, X chili di stacco o Y di squat.
I pesi sono un numero, sono qualcosa di concreto, sono un elemento che grazie alla sua misurabilità possono influenzare in positivo la psiche di un individuo in modo permanente.


Alessandro Vittorio Sorani è uno dei più noti formatori a livello nazionale sul tema della comunicazione e della leadership. Per diversi anni ha insegnato psicologia sociale al corso di laurea in Scienze motorie dell’Università di Firenze; collabora con diverse federazioni sportive, sia sotto il profilo del marketing dello sport che della motivazione personale degli sportivi.

Share
on

Rimani aggiornato
con la Forgia!

Lasciaci la tua mail e ricevi gratuitamente ogni mese approfondimenti e risposte sul Powerlifting e sull’allenamento della forza!

Rimani aggiornato
con la Forgia!

Lasciaci la tua mail e ricevi gratuitamente ogni mese approfondimenti e risposte sul Powerlifting e sull’allenamento della forza!